Loghi
Legality is cool

LEGALITY IS COOL

AVVISO PUBBLICO: GIOVANI PER IL SOCIALE


OBIETTIVI GENERALI E SPECIFICI

Gli obiettivi generali del presente intervento sono:

  • promozione di attività culturali, di studio e di ricerca finalizzate alla costruzione ed allo sviluppo del concetto di legalità;

  • promozione della cultura della legalità basata sui principi della Costituzione;

  • contrapporre alla mentalità mafiosa un modello culturale fondato sul rispetto della persona, sul senso dello stato, sulla solidarietà e i valori della legalità democratica, garantiti dalla Costituzione;

  • sviluppare le competenze sociali;

  • sensibilizzare i ragazzi, attraverso le loro famiglie, ad abitare il territorio rispettandolo, proteggendolo e valorizzandone le caratteristiche, senza arrecare danni per indifferenza o per oltraggio;

  • valorizzazione del ruolo attivo della scuola come luogo di tutela dei diritti e di pratica di cittadinanza attiva, per essere cittadini consapevoli nella propria città, nel Paese e nel mondo;

  • educare ai processi interculturali, agevolando l’inserimento degli alunni provenienti da altre culture;

  • promuovere il rispetto di sé e degli altri, come portatori di valori diversi sul piano personale, nazionale e internazionale per costruire la comprensione e la collaborazione fra popoli.

Gli obiettivi specifici del presente intervento sono:

  • educare in modo integrale l’individuo come persona ed essere consapevoli di essere titolari di diritti e di doveri;

  • educare alla cooperazione, all’integrazione dei diversamente abili e degli stranieri, praticando la cultura dell’inclusione sociale;

  • essere consapevoli che diritti e doveri contribuiscono allo sviluppo qualitativo della convivenza civile;

  • promuovere per sé e per gli altri un benessere fisico, psicologico, morale e sociale, nel rispetto dei diritti e dei doveri di tutti;

  • sviluppare le capacità di collaborare, comunicare e del dialogare;

  • ridurre le manifestazioni di disagio giovanile (bullismo, vandalismo, occupazioni selvagge);

  • realizzare un rapporto interattivo con Enti e Istituzioni passando da una logica di sistemi chiusi, isolati, statici ad una di sistemi aperti in equilibrio dinamico, suscettibili di mutamenti e sviluppo;

  • riconoscere che ogni persona, indipendentemente dal luogo di origine, gode di diritti fondamentali che le devono essere riconosciuti;

  • rendere consapevoli della normativa sul lavoro e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro;

  • conoscere le istituzioni politiche di altri paesi e i principi fondamentali a cui esse fanno riferimento;

  • Sviluppare una prospettiva socio-morale critica sul proprio comportamento.

I BENEFICIARI

I beneficiari diretti del presente intervento saranno i ragazzi del triennio delle scuole superiori di secondo grado.

I beneficiari indiretti sarà l’intera società civile, partendo dai genitori e i familiari in quanto a stretto contattato con i ragazzi coinvolti nelle azioni dell’intervento, per poi passare attraverso i coetanei, i docenti, personale ATA, per terminare con le diverse istituzioni rappresentative (Regione, Provincia, Comune, Chiese, Associazioni, ecc.) presenti nell’area di intervento.

ATTIVITA'

Le attività da dover implementare nelle azioni del presente intervento saranno le seguenti:

  • promuovere la conoscenza della Costituzione attraverso un approccio pratico;

  • creare uno spazio di partecipazione e scambio sui temi della legalità utilizzando le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione;

  • realizzare in forma laboratoriale/teatrale precisi percorsi in riferimenti all’educazione alla legalità e alla convivenza civile e con precisi riferimenti nell’ambito delle varie discipline (italiano, storia, diritto, filosofia, musica, arte e immagine, scienze e tecnologia, ecc.), con realizzazione di un DVD del lavoro svolto, da distribuire agli Assessorati Regionali, Provinciali e Comunali delle Politiche sociali;

  • realizzazione di un musical sull’integrazione culturale, con precisi riferimenti nell’ambito delle varie discipline (religione, lingua inglese, francese, spagnolo, tedesco, storia, psicologia, sociologia, musica, ecc.) con realizzazione di un DVD del lavoro svolto, da distribuire agli Assessorati Regionali, Provinciali e Comunali delle Politiche sociali;

  • realizzazione di un cortometraggio sullo sfruttamento del lavoro minorile, con realizzazione di un DVD del lavoro svolto, da distribuire agli Assessorati Regionali, Provinciali e Comunali delle Politiche sociali;

  • ascolto guidato di alcuni brani sull’impegno civile;

  • realizzare percorsi di educazione stradale, educazione ambientale;

  • realizzazione di mercatini di beneficienza;

  • educare alla solidarietà, partendo dall’educare al volontariato, cioè a donare il proprio tempo e i lavori realizzati con il proprio lavoro;

  • attività relative al dialogo interreligioso;

  • interviste ai cittadini di Andria e Provincia sui temi oggetto dell’intervento, elaborazione dei risultati raccolti con relativa pubblicazione;

  • preparare gli alunni a partecipare attivamente ad un Consiglio Regionale/Comunale aperto nel quale saranno presentati i risultati della loro ricerca.


Lavori per la scenografia


Visita informata alla casa circondariale di Trani


Festa conclusiva


Riciclare è bello